Home | Cerca nel sito | Link | Fonti | Il film preferito | L'attore preferito | E-Mail | Aiutatemi
OPZIONI DISPONIBILI
Scheda Attore
Biografia
Altre fotografie
Ruoli da tecnico
Ruoli da interprete
Dai la tua valutazione

Film con il solo Stan
Film con il solo Babe
Cortometraggi muti
Cortometraggi sonori
Lungometraggi
Raccolte italiane
Raccolte straniere
Partecipazioni
Malcolm St. Clair
Biografia

Malcom St. Clair (Los Angeles, California 1897 - Pasadena, California 1952) regista e sceneggiatore statunitense.

Cominciò la sua carriera nel 1915, quando Mack Sennett lo ingaggiò come autore di soggetti comici per i suoi film. Nel 1919 debuttò come regista, e in seguito collaborò con Buster Keaton alla realizzazione di diversi film, come The Goat (1921) e The Blacksmith (1922). Negli anni '20 firmò la regia di numerose commedie romantiche, come Are Parents People? (1924), Grand Duchess and the Waiter (1926) e Gentlemen Prefer Blondes (Gli uomini preferiscono le bionde, 1928), che gli valsero l'appellativo di 'Nuovo Lubitsch'.

Dopo qualche piccola difficoltà a superare l'avvento del sonoro, St. Clair passò alla 20th Century Fox, dove diresse alcuni fra gli ultimi film di Stan Laurel e Oliver Hardy: Jitterbugs (Allegri imbroglioni, 1943), The Dancing Masters (Maestri di ballo, 1943), The Big Noise (Il grande botto, 1944) e The Bullfighters (I toreador, 1945).

Accanto alla mitica coppia di comici Malcom St. Clair realizzò sicuramente i suoi film migliori. Si tratta infatti di divertenti pellicole ricche di gag e gustose trovate comiche. Nel 1948, alla scadenza del suo contratto con la Fox, il regista decise di ritirarsi. Aveva intenzione di concludere la sua carriera firmando la regia di uno special televisivo con Buster Keaton nel 1950, ma gravi problemi di salute lo costrinsero a rinunciarvi.


    Powered by ARUBA