Home | Cerca nel sito | Link | Fonti | Il film preferito | L'attore preferito | E-Mail | Aiutatemi
OPZIONI DISPONIBILI
Scheda Attore
Biografia
Altre fotografie
Ruoli da tecnico
Ruoli da interprete
Dai la tua valutazione

Film con il solo Stan
Film con il solo Babe
Cortometraggi muti
Cortometraggi sonori
Lungometraggi
Raccolte italiane
Raccolte straniere
Partecipazioni
Leo McCarey
Biografia

Leo McCarey (Los Angeles, California 1898 - Santa Monica, California 1969) regista e sceneggiatore statunitense.

Laureato in legge, svolse in gioventù l'attività di avvocato. Lo studio, tuttavia, fallì. E' così che, in modo del tutto casuale, uno dei più grandi talenti degli anni '30 e '40 si avvicinò al cinema: prima come assistente del regista Tod Browing, poi scrivendo gag e battute per le comiche a due rulli di Hal Roach e dirige parecchie comiche con Charlie Chase.

Diventato vicepresidente e supervisore dell'intera produzione comica del gruppo di Roach, impose il proprio spirito deciso a attento al minimo particolare, visionando di persona tutta la produzione dal soggetto all'anteprima.

Assieme a quest'ultimo creò la coppia Laurel & Hardy. A quell'epoca Stan Laurel era un gagman che guadagnava 100 dollari la settimana, e Oliver Hardy interpretava particine. McCarey si rese conto del loro potenziale comico, e cominciò a farli lavorare insieme. Uno dei primi film interpretati in coppia da Laurel e Hardy fu Putting Pants on Philip (Metti i pantaloni a Philip, 1927), la cui regia venne attribuita nei titoli di testa a Clyde Bruckman, ma che in realtà fu scritto e diretto da McCarey in sei giorni.

Egli lavorò molto sul contrasto fisico e psicologico tra i due, dando così vita a una creazione che poi proseguirà autonoma per la propria strada. Scrisse e diresse numerose storie per i due comici, dalla sceneggiatura di The Second Hundred Years (I due galeotti, 1927), alla regia e sceneggiatura di Liberty (Libertà, 1929), alla supervisione di quasi tutti i cortometraggi di Laurel e Hardy, compresi i sonori e indimenticabili Brats (I monelli, 1930) e Below Zero (Sotto zero, 1930), dei quali curò personalmente la sceneggiatura.

Nel 1929 passò al lungometraggio, divenendo uno dei principali registi di commedie degli anni '30. Da ricordare a tal proposito The Kid from Spain (Il re dell'arena, 1932), certamente il miglior film di Eddie Cantor, Duck Soup (Zuppa d'anitra o La guerra lampo dei fratelli Marx, 1933), capolavoro dei fratelli Marx, Ruggles of Red Gap (Il maggiordomo, 1935), che fornì a Charles Laughton l'occasione per una gustosa interpretazione in chiave comica e The Awful Truth (L'orribile verità, 1937), una delle migliori commedie 'pazze e sofisticate' tipiche degli anni '30.

I film successivi di McCarey, come Going My Way (La mia via, 1944) o The Bells of St. Mary's (Le campane di Santa Maria, 1945), nonostante i sette Oscar vinti dal primo, non portano l'impronta personalissima del regista.

In seguito McCarey diresse anche film di propaganda maccartista, come My Son John (L'amore più grande, 1952) e Satan Never Sleeps (Storia cinese, 1962), riscattandosi con la divertente commedia Rally 'Round the Flag, Boys! (Missili in giardino, 1958).


    Powered by ARUBA